Film

Faro di Capo Miseno set del film Scusa ma ti chiamo amore

Film. Scusa ma ti chiamo amore. (Federico Moccia, 2008).

Lo scenario mozzafiato del Faro di Capo Miseno ha catturato l'attenzione del regista e scrittore Federico Moccia per ambientare la scena finale del film "Scusa se ti chiamo amore" tratto dall'omonimo libro best-seller. Protagonisti Raoul Bova, ovvero Alex, che si rifugia nel faro di Miseno e vive di pesca, in attesa di Michela Quattrociocche, ovvero Niki, la sua amata. Meravigliose le riprese aeree che magnificano la bellezza di un posto unico, a picco sul mare, con il mare che bagna la montagna di Miseno meta, ogni anno, del turismo balneare a Bacoli.

Il faro di Capo Miseno nel film "Scusa ma ti chiamo Amore" di Federico Moccia

Il Faro di Capo Miseno, la sua montagna e il mare cristallino scenario da favola per il film “Scusa ma ti chiamo amore” scritto e diretto da Federico Moccia. Un film del 2008, tratto dall'omonimo libro best-seller, che vede protagonisti Alex e Niki, interpretati rispettivamente da Raoul Bova e Michela Quattrociocche. Quale località scegliere per la scena finale del film, se non quella del magico Faro di Miseno? La cui luce è riferimento per i pescatori di notte e bagliore nel buio di una notte incerta. Miseno è una delle cinque frazioni del Comune di Bacoli, nei Campi Flegrei, con un promontorio dai panorami mozzafiato, utile per mettere in scena il finale del film. Alex (Bova) è lì ad aspettare la sua amata Niki (Quattrociocche) trascorrendo le sue giornate a pescare. Niki alla fine arriva e il bacio finale con i due abbracciati sulla parte alta del faro, la canzone di Robbie Williams "She's the one" in sottofondo e le luci del tramonto di Miseno ad irradiare il tutto rendono un'inquadratura meravigliosa di un luogo magico.

Devi fare il login per lasciare un commento. Non sei iscritto?

X

Bacoli.it | Portale turistico città di Bacoli

No right click